Ciao, in questo articolo ti propongo un modo per capire se la tua esecuzione dei piegamenti sulle braccia è giusta.

Quante volte si sente dire “faccio 30 flessioni”?… larghe, su una mano, sui mignoli, sul naso ecc.?
Per quello che mi riguarda, vedo spesso persone che approcciano questo esercizio utilissimo mascherando le loro difficoltà nell’eseguirlo con le seguenti compensazioni:

  • ALLONTANAMENTO ECCESSIVO GOMITI DAL TRONCO
  • MANCANZA DI PERPENDICOLARITÀ AVAMBRACCIO-SUOLO
  • AVVICINAMENTO SPALLE ALLE ORECCHIE
  • MANCATO ALLINEAMENTO CORPOREO (caviglia-ginocchia-bacino-spalle).

Per migliorare subito ti propongo il video seguente:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Come mi è stato suggerito da un istruttore di Fitness, la versione standard di questo esercizio si effettua con i gomiti a 90°, le mani posizionate leggermente più larghe rispetto alle spalle, il petto che tocca il pavimento al termine della fase eccentrica e massima estensione del braccio. La catena cinetica coinvolta maggiormente è petto-spalla-tricipite. Con l’esecuzione esposta nel video, si stimola decisamente di più l’ultimo gruppo muscolare.

COSA SERVE
-due libri/asciugamani

ESERCIZIO
Posizionare gli asciugamani tra omero e tronco, in base al tuo livello. Effettua i piegamenti (o propedeutiche) come segue:

  • PRINCIPIANTE: più all’altezza dei gomiti (così da barare il meno possibile)
  • AVANZATO: anche subito sotto le spalle, così da provare inoltre le varianti con sbilanciamento in avanti (è più facile tenere l’asciugamano così, mentre se a ridosso dei gomiti cadrebbe una volta sbilanciati in avanti)
  • MEDIO: a tuo piacimento/comodità (trovate l’altezza giusta a cui metterli)

UTILITA’
Risolvere il problema del ‘gomito largo’ è una cosa da fare il prima possibile, poiché ci permette di non intraruotare eccessivamente l’omero. Così facendo si andrebbe a stressare il tendine del muscolo sovraspinoso e a diminuire lo spazio subacromiale, il che a lungo andare potrebbe portare alla sindrome da impingement.
Questo accorgimento banale e alla portata di tutti si può applicare anche nei DIP ALLE PARALLELE O ALLA SBARRA.

Ti accorgerai che nel tempo potrai trarre giovamento sia a livello di sviluppo ipertrofico sia di forza, due aspetti strettamente dipendenti dalla GIUSTA TECNICA.

Non ti resta che provare… Buon movimento!